Enel, accordo con Eph per cessione quota SE per 750 mln euro - nota

venerdì 18 dicembre 2015 18:10
 

ROMA, 18 dicembre (Reuters) - Enel ha firmato oggi con Eph, Energeticky a Prmyslovy Holding, il contratto relativo alla cessione della partecipazione detenuta da Enel Produzione in Slovenske Elektrarne, pari al 66% del capitale sociale.

Lo riferisce una nota del gruppo elettrico in cui si dice che il prezzo sarà di 750 milioni.

La cessione avverrà in due fasi.

Nella prima fase il gruppo italiano cederà il 50% del quota per un corrispettivo di 375 milioni.

Nella seconda fase che si concluderà, dice Enel presumibilmente entro il primo semestre del 2019, verrà ceduta la seconda quota per un corrispettivo pari a 375 milioni di euro. Il corrispettivo "potrà variare in base all'applicazione del meccanismo di conguaglio di seguito descritto".

Il perfezionamento della seconda fase ricorda Enel è condizionato all'ottenimento del permesso definitivo per l'esercizio delle unità 3 e 4 della centrale di Mochovce.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia Il corrispettivo complessivo delle due fasi, pari a 750 milioni di Euro,  soggetto a un meccanismo di conguaglio, che verrà calcolato da esperti indipendenti e applicato al perfezionamento della seconda fase, sulla base di vari parametri, tra cui l'evoluzione della posizione finanziaria netta di Slovenske elektrarne, l'andamento dei prezzi dell'energia sul mercato slovacco, livelli di efficienza operativa di Slovenske elektrarne misurati in base a benchmark definiti nel contratto e l'enterprise value delle unità 3 e 4 di Mochovce.