Telecom Italia consolidatore, non operiamo per conto di Orange - Niel

venerdì 18 dicembre 2015 08:58
 

MILANO, 18 dicembre (Reuters) - Xavier Niel dice che Telecom Italia potrebbe diventare un consolidatore in Europa e si definisce un investitore industriale interessato a intervenire nella gestione, che non opera per conto di nessuno e quindi neanche di Orange.

Lo dice lo stesso Niel, AD di Iliad che ha prodotti derivati pari a circa il 15% del capitale dell'ex-incumbent, in un'intervista alla Stampa, aggiungendo che potrebbe essere interessato a Mediaset se venisse ceduta.

Niel non dice nulla sulla sua volontà o meno di convertire i suoi derivati in azioni Telecom.

"Penso che Telecom abbia tutti gli atout per diventare il consolidatore o uno dei consolidatori del mercato europeo", dice, "ma gli azionisti devono dargli i mezzi per fare questo".

Per quanto riguarda la strategia industriale Niel suggerisce più fibra ottica e tariffe basse e dice che non è detto che la scelta migliore sia unire operatori di telecomunicazioni a società che forniscono contenuti.

Ribadisce poi che come socio Telecom non è insieme a Vincent Bollorè, numero uno di Vivendi primo azionista dell'ex-incumbent con il 20,5% del capitale.

Per quanto riguarda un possibile interesse per Mediaset dice: "Siamo interessati in tutte le attività nei media o connesse ai media in tutta Europa".

In un recente filing alla Sec Niel, ha detto di aver discusso le prospettive di Telecom Italia con altri stakeholder, azionisti, manager e componenti del cda del gruppo italiano e che potrebbe fare proposte sulla composizione del consiglio o su eventuali transazioni strategiche.

  Continua...