Italia, multinazionali meno presenti in 2013, giù investimenti-Istat

martedì 15 dicembre 2015 15:05
 

ROMA, 15 dicembre (Reuters) - Nel 2013 è leggermente calato in Italia il numero di società controllate da multinazionali estere, che hanno visto scendere fatturato e investimenti, secondo un rapporto diffuso oggi dall'Istat.

"Nel 2013, le multinazionali estere sono presenti in Italia con 13.165 controllate" cioè 163 in meno (-1,2%) del 2012, per un totale di quasi 1,2 milioni di addetti.

Al netto delle attività finanziarie e assicurative, spiega Istat, "le multinazionali estere conseguono un fatturato di oltre 493 miliardi di euro (-2,3% rispetto al 2012), un valore aggiunto di oltre 92 miliardi di euro (-1,0%) e oltre 11 miliardi di investimenti (-6,5%)".

Il fatturato 2013 delle controllate estere nell'industria e nei servizi rappresenta il 16,7% di quello nazionale, il valore aggiunto il 13,6% del totale.

"Il contributo delle multinazionali estere è particolarmente rilevante riguardo alla spesa privata in ricerca e sviluppo in Italia (23,3%), seppure in lieve riduzione rispetto al 2012 (23,6%)", sottolinea l'istituto di statistica.

L'Ue è l'area da cui proviene la quota più ampia di investitori esteri, mentre gli Stati Uniti sono il Paese con il maggior numero di imprese e addetti a controllo estero.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia