Legge Stabilità, governo ripristina limite 12 miglia per perforazioni

lunedì 14 dicembre 2015 15:59
 

ROMA, 14 dicembre (Reuters) - Attraverso un emendamento alla legge di Stabilità, il governo ripristina il limite di 12 miglia dalla costa per le perforazioni petrolifere.

Antonio Castricone, Maria Amato, Vittoria D'Incecco, Gianluca Fusilli e Tommaso Ginoble, tutti deputati abruzzesi del Pd, esultano e sostengono in una nota che la mossa dell'esecutivo comporta "lo stop definitivo all'impianto di Ombrina mare", della multinazionale Rockhopper.

"Il progetto è stato accolto fin dall'inizio da molte critiche. Oggi siamo tutti soddisfatti che le preoccupazioni e le critiche dei cittadini sono state accolte dal nostro governo", scrivono i cinque nel comunicato.

La commissione Bilancio dovrebbe votare il testo tra oggi o domattina.

A inizio dicembre il consiglio dei ministri aveva deciso di impugnare la legge dell'Abruzzo che, per l'appunto, cercava di reintrodurre il limite di 12 miglia, eliminato a metà 2012.

L'emendamento reintroduce il divieto "lungo l'intero perimetro costiero nazionale" e conferma la validità dei titoli abilitativi già rilasciati "per la durata utile del giacimento".

Contro la liberalizzazione delle prospezioni a ridosso della costa si sono schierate complessivamente dieci Regioni italiane, che hanno chiesto alla Consulta di dichiarare l'ammissibilità di sei quesiti referendari.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia