Stabilità, eccedenza canone Rai a radio-tv locali e riduzione tasse

venerdì 11 dicembre 2015 17:32
 

ROMA, 11 dicembre (Reuters) - Il governo vuole destinare almeno un terzo delle eccedenze della raccolta del canone Rai alla riduzione della pressione fiscale, a un nuovo fondo di contributi per radio e tv locali e per finanziare l'esenzione degli over-75.

Lo dice un emendamento del governo alla legge di Stabilità che Reuters ha potuto vedere.

Il nuovo canone per finanziare l'azienda pubblica radio-tv sarà raccolto attraverso la bolletta della corrente elettrica, per combattere un'evasione di quasi il 30%, e ammonterà dal 2016 a 100 euro.

L'emendamento del governo prevede che dal 2016 al 2018 le eventuali maggiori entrate versate a titolo di abbonamento Rai rispetto alla somma già iscritta a bilancio di previsione 2016 per l'azienda di viale Mazzini siano riservate all'erario per il 33% il primo anno e al 50% dal secondo.

Per l'anno prossimo alla Rai dovrebbero andare quasi 1,8 miliardi, secondo il correlato al Bilancio di previsione 2016.

Parte dell'eventuale eccedenza servirà dunque, dice il governo, per esentare dal canone gli anziani con oltre 75 anni con un reddito fino a 8.000 euro l'anno, ad alimentare un nuovo fondo del ministero per lo Sviluppo Economico a favore dell'emittenza locale e per il fondo per la riduzione della pressione fiscale.

La restante somma andrà invece alla Rai.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia