UniCredit, dopo Srep target minimo Cet1 9,75%, buffer aggiuntivo per Sifi 0,25%

giovedì 10 dicembre 2015 20:11
 

MILANO, 10 dicembre (Reuters) - La Bce ha fissato per UniCredit un livello mino di Cet1 transitional su base consolidata del 9,75% a partire dal 1° gennaio 2016, dice una nota del'istituto.

Essendo una delle banche riconosciute come sistemiche, a Unicredit viene inoltre richiesto un buffer aggiuntivo al requisito Srep, pari allo 0,25% su base transitional dal 1 gennaio 2016.

Successivamente il livello verrà incrementato di 0,25% per anno, raggiungendo l'1% su base fully loaded nel 2019.

Al 30 settembre il CET1 transitional a livello consolidato, non includendo gli utili capitalizzati nel terco trimestre, si attestava a 10,44%, ricorda la nora.

"Il livello patrimoniale di UniCredit, includendo il G-SIB buffer transitional, rimane ben al di sopra del requisito minimo Srep, grazie ad un continuo e costante impegno volto ad un'ulteriore generazione di capitale come evidenziato nel piano strategico di UniCredit pubblicato in data 11 novembre 2015", conclude il comunicato.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia