BORSE EUROPA deboli su calo commodities, Bayer debole

mercoledì 9 dicembre 2015 12:36
 

LONDRA, 9 dicembre (Reuters) - 
 INDICI                         ORE 12,20   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                    3285,31     -0,37    3146,43
 FTSEUROFIRST300                1432,09     -0,4     1368,52
 STOXX BANCHE                   180,67      -0,76    188,77
 STOXX OIL&GAS                  263,41      -0,09    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI            286,37      -0,27    250,55
 STOXX AUTO                     562,06      0,59     501,31
 STOXX TLC                      347,18      -0,19    320,05
 STOXX TECH                     355,04      -0,23    312,18
 
    L'azionario europeo è negativo a metà seduta, sui minimi da
oltre due mesi, appesantito dal calo dei titoli legati alle
materie prime e dalla debolezza di Bayer.
    ** Alle 12,20 italiane il paneuropeo FTSEurofirst 300
 perde lo 0,4% ai minimi dalla fine di ottobre, mentre
l'indice delle blue chip Euro STOXX 50 cede lo 0,37.
    ** Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico
FTSE 100 segna +0,14%, il Dax tedesco -0,09%,
mentre il francese CAC 40 perde lo 0,29.
    ** Bayer lascia sul terreno quasi il tre e mezzo
per cento a seguito di un'inchiesta su un suo farmaco.
 
    ** I prezzi del petrolio sono tornati a salire dopo il calo
delle scorte di greggio Usa, mentre il Giappone ha registrato
una crescita significativa negli ordini di macchinari e i prezzi
del rame sono scesi.
    ** Nonostante questo, molti investitori restano cauti,
citando il persistere di preoccupazioni sul fronte del
rallentamento della crescita cinese - che pesa in particolare
sul comparto dei minerari - e l'incertezza legata all'impatto
che avrà l'atteso rialzo dei tassi statunitense a fine mese.
    ** L'inflazione cinese, secondo quanto reso noto oggi, è
salita un pochino a novembre ma resta ben al di sotto del target
governativo 2015 del 3% alimentando timori deflazionistici sullo
stile giapponese. 
    ** "In questo momento resto con un atteggiamento difensivo,
ho tagliato l'equities a neutral da overweight," commenta
Francois Savary, chief investment officer di Prime Partners.
    ** Ashtead è la migliore dello European STOXX 600
, con un balzo di oltre l'8% dopo aver alzato le sue
aspettative sui profitti. 
    ** Syngenta e BASF salgono sulla scia
di un possibile merger di settore tra Dow Chemical e
DuPont. 
    ** Nonostante il calo visto questa settimana, l'azionario
europeo mantiene un bilancio positivo da inizio 2015, il
FTSEurofirst guadagna il 5% dai primi di gennaio e il DAX
 poco meno del 10%.
        
 
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia