BUZZ BORSA-Banche in calo, ancora vendite su Mps e Carige

martedì 8 dicembre 2015 12:17
 

MILANO, 8 dicembre (Reuters) - Banche sotto pressione a Piazza Affari con Mps e Carige al centro anche oggi di un brusco calo anche se il clima festivo frena i volumi.

** Poco dopo le 12,00 Mps perde il 4,3% a 1,28 euro, aggiornando i minimi storici e portando la discesa da una settimana a oltre il 13%. Volumi per quasi 32 milioni di titoli trattati contro una media di 43,5 milioni nell'ultimo mese.

** Nuovi minini storici anche per Carige che cede il 4,6% a 1,26 euro con scambi per 9 milioni di pezzi, sopra la media di 6,2 milioni. Nell'ultima settimana il titolo dell'istituto ligure ha perso il 19% del suo valore.

** Banco Popolare cede il 3,6%, Unicredit il 2,6%, Ubi -2,3%, Bper -2,3%, Pop Milano -1,9, Intesa Sanpaolo -1,5%. L'indice dei bancari italiani cede il 2,14% a fronte di un calo dell'1,7% circa dello Stoxx europeo.

** I trader sottolineano un generale sell-off che colpisce in particolare Mps e Carige, gli istituti ritenuti più fragili e per i quali sembra essersi raffreddata la prospettiva di un aggregazione.

** Secondo il Sole 24 Ore a inizio 2016 la Bce avvierà una serie di verifiche prudenziali presso le principali banche popolari quotate sugli aumenti di capitale realizzati nel 2014 e le modalità con cui sono stati realizzati allo scopo di verificare eventuali irregolarità nei legami tra banca e clienti-azionisti dopo i casi di Pop Vicenza e Veneto Banca.

** Banca Imi non si aspetta "alcun esito negativo per le banche popolari italiane" coperte, si legge in una nota del broker.

** Un trader riferisce inoltre che il mercato teme che le ispezioni della Bce sulle ricapitalizzaziono possano allargarsi anche a Mps e Carige che hanno effettuato entrambe due aumenti di capitale nel 2014 e nel 2015.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia