BORSA MILANO in rialzo con Europa, petroliferi negativi, banche contrastate

lunedì 7 dicembre 2015 12:00
 

MILANO, 7 dicembre (Reuters) - La borsa di Milano estende il rialzo nella mattinata con le altre piazze europee, in una seduta che rimane fiacca con volumi ridotti. Il mercato è sostenuto dal +2% di Wall Street venerdì, sui dati macro che hanno confermato la forza dell'economia Usa.

** Intorno alle 11,50 l'indice FTSE Mib sale dello 0,68%, l'Allshare sale dello 0,69%. Volumi a circa 700 milioni di euro. In Europa il benchmark FTSEurofirst300 è in rialzo dell'1,5%.

** Petroliferi sotto pressione dopo la decisione dell'Opec venerdì di mantenere la produzione elevata, che ha portato i prezzi del greggio ai minimi del 2015 oggi in Asia. Negative SAIPEM, TENARIS ed ENI.

** Banche contrastate con UNICREDIT e INTESA che non vanno oltre il +1%. Il settore nello Stoxx europeo segna un rialzo dello 0,7%. Negative MPS , POP EMILIA.

** TELECOM ITALIA sale del 2%, ma dopo i ribassi della scorsa settimana, che hanno accompagnato le ultime vicende sulla governance e il botta e risposta tra Assogestioni e il primo azionista Vivendi. Una nota di Equita, emessa dopo la risposta Vivendi di giovedì scorso, considera che l'argomento non sia "sensitive" per il titolo.

** Emergono acquisti sul settore del lusso con FERRAGAMO e YOOX NET A PORTER che spiccano con un +2%

** In tarda mattinata acquisti anche su FIAT CHRYSLER . Venerdì la società ha aggiornato le previsioni sul debito, peraltro già nelle stime degli analisti, in seguito allo scorporo di Ferrari. Il titolo ha invece risentito la scorsa settimana delle dichiarazioni dell'AD Sergio Marchionne, che ha raffreddato le attese su una possibile integrazione con la rivale GM.

** BUZZI anche oggi sostenuta dalle valutazioni positive di alcuni broker.

** CENTRALE DEL LATTE DI TORINO è la peggiore del listino, ma dopo il balzo di venerdì, sull'accordo di fusione con Mukki   Continua...