Borse Cina, da gennaio 'interruttori' per stop contrattazioni

venerdì 4 dicembre 2015 09:52
 

PECHINO, 4 dicembre (Reuters) - La Cina introdurrà 'interruttori' per la sospensione temporanea delle negoziazioni nelle Borse di Shanghai, Shenzhen e nel 'Financial Futures Exchange' a partire dal primo gennaio 2016.

E' quanto fa sapere la Borsa di Shanghai in una nota spiegando che il piano è stato approvato dalla commissione cinese per la Borsa (Csrc).

Un calo o un aumento del 5% nell'indice di riferimento CSI 300 comporteranno automaticamente uno stop delle contrattazioni di 15 minuti per tutti gli indici azionari del Paese. In presenza di oscillazioni del 7% le contrattazioni verranno sospese per tutto il resto del giorno.

Blocco delle negoziazioni fino a fine giornata anche se si dovesse verificare un'oscillazione del 5% dopo le 14,45.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia