Mercato auto positivo ma c'e' ancora molta strada da fare - Anfia e Unrae

martedì 1 dicembre 2015 19:00
 

TORINO, 1 dicembre (Reuters) - Il mercato italiano dell'auto archivia a novembre il diciottesimo incremento mensile consecutivo e punta a chiudere l'anno con una crescita delle immatricolazioni del 15% circa, ma c'è ancora molta strada da fare dicono i commenti di Anfia e Unrae.

"Una chiusura sì positiva (nel 2015), ma con volumi inferiori a quelli del 2011, quando il mercato italiano raggiunse 1,75 milioni di nuove registrazioni. C'è ancora molta strada da fare, quindi, per arrivare ai livelli fisiologici del mercato italiano: almeno 1,8 milioni di unità all'anno", dice in una nota il presidente Anfia, Roberto Vavassori.

Dalla parte di Unrae si mette in guardia dalle previsioni troppo ottimistiche sulle prospettive dei prossimi anni.

"Guardando al 2016 abbiamo una diversa visione rispetto alle previsioni che si sono lette in questi giorni di un mercato che raggiunga 1.747.000 unità", dice il presidente Unrae, Massimo Nordio.

"Tutti i dati settoriali ed economici che Unrae ha incrociato con Prometeia nell'ultimo Osservatorio previsionale confermano che in assenza di una spinta decisa al rinnovo del parco anziano, la previsione più realistica e attendibile per il 2016 è di 1.640.000 unità. Così come la nostra previsione per il medio termine conferma che dovremo attendere il 2018 per avvicinarci a 1,8 milioni di immatricolazioni e che soprattutto con questo ritmo di recupero il parco resterà tra i più vecchi in Europa", aggiunge Nordio.

(Gianni Montani)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia