PUNTO 1-Telecom Italia-Orange, nessuna trattativa, fondi in movimento in vista assemblea

lunedì 30 novembre 2015 18:52
 

(Unisce storie)

MILANO/PARIGI, 30 novembre (Reuters) - Orange non ha aperto discussioni con Telecom Italia, in cui la francese Vivendi è il primo socio con una quota poco sopra 20%, ma ha chiesto la collaborazione di alcune banche d'affari per studiare l'evoluzione del settore europeo delle tlc.

"La squadra di manager di Orange che si occupa di finanza e strategie sta lavorando con le banche per affinare la sua visione sull'evoluzione del settore delle telecomunicazioni in un'orizzonte di cinque-dieci anni", ha detto un portavoce a Reuters. "Ad oggi non è stato identificato nessun target e non ci sono discussioni aperte con Telecom Italia", ha aggiunto.

Orange rispondeva alle indiscrezioni di Bloomberg secondo le quali il gruppo francese starebbe considerando, tra le varie opzioni, un'alleanza con Telecom Italia.

Telecom ha ribadito oggi di non avere contatti con Orange né con altri operatori per eventuali operazioni.

La salita di Vivendi a poco oltre 20%, accompagnata alle posizioni lunghe per 15,24% dell'imprenditore Xavier Niel - entrambi destinati a diluirsi con la conversione delle risparmaio - ha riacceso i riflettori su Telecom.

Nel frattempo cominciano a delinearsi le posizioni dei fondi in vista dell'assemblea del 15 dicembre che, oltre alla conversione delle risparmio, esaminerà anche la richiesta di Vivendi di allargare a 17 il numero dei consiglieri, dagli attuali 13 per inserire 4 nuovi rappresentanti, fra cui tre alti dirigenti del gruppo francese.

Il proxy advisor Iss suggerisce agli azionisti Telecom Italia di votare contro la nomina dei quattro rappresentanti.

Vivendi sta proponendo tre dei suoi dirigenti senza spiegare come contribuirebbero "a una migliore gestione della società", dice Iss nel suo report. Sarebbe benvenuta una migliore spiegazione del perchè questi tre candidati sono tutti necessari, specialmente considerando che la loro presenza diluirebbe il peso dei rappresentanti degli istituzionali, secondo il proxy.   Continua...