PUNTO 1-Mps-Alexandria, anche banca e Consob tra parti civili. Stralciata Nomura

venerdì 27 novembre 2015 15:36
 

(Aggiunge posizione Nomura stralciata)

MILANO, 27 novembre (Reuters) - Nell'udienza preliminare del procedimento sulla ristrutturazione del derivato Alexandria, acquistato da Mps attraverso un contratto stipulato con Nomura, a carico tra l'altro dell'ex presidente dell'istituto senese Giuseppe Mussari, sono state ammesse come parti civili la stessa Mps, Fondazione Monte Paschi, Consob, la maggior parte dei piccoli azionisti e delle associazioni che ne hanno fatto richiesta.

Lo riferiscono fonti legali, precisando che tra le associazioni di consumatori ammesse ci sono Adusbef, Codacons, Confconsumatori e Movimento Consumatori. Solo due sono rimaste escluse.

L'udienza è stata aggiornata al prossimo 18 gennaio.

E' stata invece stralciata dal procedimento, per un difetto di notifica, la posizione di Nomura, di cui era stato chiesto il rinvio a giudizio in base alla legge 231 sulla responsabilità degli enti. Ora la posizione della società è stata rinviata alla procura di Milano, che dovrà nuovamente chiudere le indagini e riformulare la richiesta di rinvio a giudizio.

Lo scorso aprile, i magistrati milanesi hanno chiesto il rinvio a giudizio per falso in bilancio e manipolazione del mercato per Mussari, per l'ex-direttore generale Mps Antonio Vigni, per l'ex responsabile dell'area finanza dell'istituto senese Gianluca Baldassarri e altri, oltre che per la banca.

Tutti gli interessati hanno sempre respinto ogni addebito.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia