Giappone, inflazione continua a scendere, spese famiglie in contrazione

venerdì 27 novembre 2015 08:32
 

TOKYO, 27 novembre (Reuters) - I prezzi al consumo in Giappone sono scesi per il terzo mese consecutivo e le spese delle famiglie sono diminuite in ottobre, segni evidenti della fragilità dell'economia nazionale che mettono sotto pressione governo e banca centrale su eventuali nuove misure di stimolo.

L'indice CPI core, che esclude componenti volatili come gli alimenti freschi ma include i costi petroliferi, è sceso dello 0,1% su anno in ottobre, in linea con la mediana delle attese. Il calo è per lo più legato all'effetto dei costi energetici.

Le spese delle famiglie sono invece diminuite a ottobre del 2,4% su anno, a fronte di stime che puntavano a un incremento di 0,1% (mediana), riflettendo la crescita anemica degli stipendi.

Circa la metà degli analisti interpellati da Reuters si aspetta che la BOJ annunci misure accomodanti in gennaio, quando il perdurare del calo dei costi petroliferi potrebbe obbligarla a tagliare ancora una volta le stime trimestrali sull'inflazione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia