PUNTO 2-Ferrovie, cda si dimette, presto assemblea per nuovo consiglio

giovedì 26 novembre 2015 12:51
 

(aggiunge nota Padoan, background)

ROMA, 26 novembre (Reuters) - Il consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato si è dimesso stamani e "al più presto possibile" sarà convocata un'assemblea per la nomina del nuovo consiglio.

Lo annuncia una nota di FS al termine della riunione del consiglio di amministrazione di stamani.

Il governo ha avviato la scorsa settimana la cessione del 40% del gruppo - sinora guidato, non senza contrasti, dal presidente Marcello Messori e dall'AD Michele Mario Elia -assicurando che la proprietà della rete resterà in mano pubblica.

L'AD puntava, anche in fase di privatizzazione, a mantenere l'unitarietà dell'azienda, mentre Messori caldeggiava l'ipotesi del ministro dei Trasporti Graziano Delrio, poi adottata dal governo, di non mettere sul mercato la rete ferroviaria.

I proventi dell'operazione, in programma nel 2016, serviranno a ridurre il più alto debito pubblico dell'Eurozona dopo quello della Grecia.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha apprezzato la scelta del cda di fare un passo indietro rivolgendosi in particolare a Messori ed Elia. "Provvederemo rapidamente alla nomina del management chiamato a condurre la società nel processo di valorizzazione avviato formalmente con il DPCM varato questa settimana dal Governo", aggiunge in una nota.

Contro la privatizzazione il sindacato di base Usb ha proclamato uno sciopero tra le 21,00 del 26 novembre e le 18,00 del 27.

  Continua...