Gas, in Italia flussi regolari, oggi Gazprom ha annunciato stop forniture Ucraina

mercoledì 25 novembre 2015 10:37
 

MILANO, 25 novembre (Reuters) - L'importazione di gas russo da Tarvisio, al confine con l'Austria, verso l'Italia è stata regolare fine alle 6 di stamani. Bisogna vedere dai prossimi giorni se ci sarà un impatto anche sulle forniture verso l'Italia a seguito dello stop annunciato stamani da Gazprom dalle 8 italiane delle forniture all'Ucraina.

Alla fine della giornata gas del 24 novembre che si è conclusa stamani alle 6, dai dati pubblicati sul sito Snam Rete Gas, l'import dalla Russia è stato pari a 94,6 mln di metri cubi.

Eventuali impatti sulle forniture in Italia si potranno riscontrare fra un paio di giorni, quindi a partire da venerdì, se dovesse persistere lo stop.

Il gigante dell'energia russo ha reso noto che per le 8 italiane l'Ucraina ha ricevuto tutto il gas per cui ha versato il corrispettivo, sottolineando di vedere un grave rischio per il transito del gas verso l'Europa via Ucraina in inverno a causa dei mancati pagamenti in anticipo da parte di Kiev.

A metà ottobre la società statale dell'energia ucraina Naftogaz e Gazprom hanno firmato un accordo sulle forniture di gas russo nel periodo invernale e Kiev ha già iniziato a importare.

Nel 2009 l'interruzione delle forniture da parte del colosso russo alla Ucraina ebbe pesanti ripercussioni in Europa, anche in Italia.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia