Banche,crediti deteriorati Italia sfida vigilanza,competenza Bce limitata-Nouy

martedì 24 novembre 2015 11:42
 

MILANO, 24 novembre (Reuters) - Anche in Italia i crediti deteriorati delle banche costituiscono un problema da affrontare sul piano della vigilanza, che ricade in parte fuori dalla competenza della Banca centrale europea.

"Le esposizioni deteriorate rapresentano ancora una seria sfida sul piano prudenziale in alcuni Paesi, inclusa l'Italia", ha detto Daniele Nouy, responsabile del meccanismo di sorveglianza unica della Bce, intervenendo a un convegno organizzato da Bankitalia.

La numero uno della vigilanza di Francoforte ha spiegato come il problema dipenda da una serie di fattori, tra cui condizioni economiche generali ed oneri legati ad attività passate e sistemi di recupero crediti carenti.

Nouy ha puntualizzato che l'autorità di sorveglianza non ha piena competenza su questi elementi e che spetta ai singoli Paesi approntare un quadro giuridico efficace ad affrontare il problema dei crediti deteriorati, obiettivo verso cui alcuni si sono già mossi.

"In alcuni Paesi sono stati compiuti progressi verso un quadro giuridico che si presta maggiormente all'efficace risoluzione dei prestiti deteriorati".

(Elvira Pollina e Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia