Grecia, banche Piraeus e Nbg hanno bisogno di 5,7 mld di aiuti zona euro

martedì 24 novembre 2015 11:14
 

ATENE, 24 novembre (Reuters) - Piraeus Bank e National Bank of Greece, due delle quattro principali banche greche, hanno bisogno di ricapitalizzarsi per 5,7 miliardi di euro utilizzando i fondi di salvataggio della zona euro per colmare il gap patrimoniale, meno di quanto inizialmente previsto.

Lo ha riferito Olga Gerovasili, portavoce del governo in un comunicato.

"Secondo gli ultimi dati, due banche sistemiche sono riuscite a coprire i bisogni di capitale iniziale con investitori privati", si legge nella nota con riferimento a Eurobank e Alpha che sono riuscite a raccogliere fondi sufficienti con vendite a investitori privati.

"Le altre due hanno più che coperto le necessità identificate con lo scenario base e avranno bisogno di circa 5,7 miliardi dall'Hellenic Financial Stability Fund per concludere il processo", prosegue la nota.

Con uno scenario avverso le quattro banche hanno uno shortfall patrimoniale di 14,4 miliardi. Un funzionario europeo la scorsa settimana ha stimato in 6-9 miliardi le necessità di fondi della zona euro per i quattri istituti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia