Pop Milano farà sua parte nel salvataggio 4 banche commissariate - Giarda

lunedì 23 novembre 2015 11:13
 

MILANO, 23 novembre (Reuters) - Pop Milano farà la propria parte nel salvataggio delle quattro banche commissariate, dimostrando una solidarietà che comporta uno sforzo dei singoli in favore di un interesse comune.

È' quanto ha commentato il presidente del Cds di Pop Milano , Piero Giarda, in relazione al decreto approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri per mettere in sicurezza le quattro banche commissariate Banca delle Marche, Banca Etruria e del Lazio, Carichieti, e CariFerrara.

"Il sistema pubblico-politico ha deciso di intervenire per rimediare a una situazione disastrosa che si era creata. E lo fa con l'autorità della legge utilizzando il Fondo di risoluzione", dice Giarda che, sulla sostanza del provvedimento, si riserva di commentare in attesa di conoscere il testo emanato.

"Ogni banca deve fare la sua parte nella misura in cui verrà richiesta dalla legge", aggiunge.

A chi gli chiedeva come la banca avesse accolto la richiesta di partecipare al salvataggio dei quattro istituti nell'ambito di una soluzione di sistema, Giarda ha risposto: "La solidarietà a volte implica di rinunciare a una parte del proprio potere di acquisto a favore di iniziative che sono necessarie. Poi se si faccia volentieri o no è un'altra cosa".

In merito ad un eventuale interesse di Pop Milano a qualcuno dei quattro istituti che una volta scorporati dalla 'bad bank' saranno messi in vendita dal Fondo, Giarda ha detto che la questione "non è mai stata lontanamente posta all'attenzione degli organi della banca".

In ogni caso "è una valutazione che deve fare il management della banca per vedere se c'è interesse".

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia