PUNTO 2-Telecom Italia, non si tiene cda su nomine Vivendi

venerdì 20 novembre 2015 16:33
 

(Aggiunge data possibile del consiglio)

MILANO, 20 novembre (Reuters) - Telecom Italia oggi non riunisce il consiglio per l'integrazione dell'ordine del giorno dell'assemblea di metà dicembre, con la proposta Vivendi, guidata da Vincent Bollorè, di nomina di suoi rappresentanti in consiglio.

Lo dice una fonte vicina al consiglio, aggiungendo che la riunione, si terrà entro fine mese, probabilmente i primi giorni della prossima settimana.

Ieri una lettera dei fondi, inviata dal comitato dei gestori e da alcuni fondi esteri (APG Asset Management NV, FIL Investments International, Jp Morgan Asset Management, Legal & General Investment Management Limited e Standard Life Investments Limited), ha chiesto una presa di posizione del cda sulla richiesta di Vivendi, primo azionista, di far entrare quattro suoi rappresentanti, aumentando il totale a 17 dagli attuali 13.

Il comitato dei gestori, che ha presentato le liste per la nomina degli istituzionali nell'attuale cda, dice che, con l'azione di Vivendi, il potere delle minoranze sarebbe diluito.

Gli istituzionali italiani rappresentano il 5% circa del capitale, gli esteri il 60%, Vivendi ha il 20,1%.

Non è chiaro quale quota del capitale sia firmataria della lettera. Il Comitato dei gestori non ha risposto a una richiesta Reuters per un commento.

Il consiglio, in ogni caso, non potrà fare molto.

Non potrà negare l'integrazione dell'ordine del giorno, perché fatta a norma di legge e perché in questo caso il suo ruolo é di semplice notifica dei requisiti previsti.   Continua...