BUZZ BORSA-Enel pesante su piano deludente, Egp segue capogruppo

mercoledì 18 novembre 2015 10:24
 

MILANO, 18 novembre (Reuters) -    ** Piazza Affari
accoglie negativamente l'annuncio del concambio Enel
 -Enel Green Power e, soprattutto,
l'aggiornamento del piano industriale della capogruppo.
    ** Attorno alle 10,15, Enel cede il 2,8%, a 4,0940 euro,
dopo aver segnato un minimo di 4,0780 euro. Intensi gli scambi:
sono passati di mano oltre 23 milioni di pezzi, contro una media
 dell'intera seduta di quasi 40 milioni negli ultimi trenta
giorni.
    ** Egp lascia sul terreno il 3,04%, a 1,9470 euro, dopo aver
registrato un minimo di 1,9430 euro. Ugualmente intensi gli
scambi: sono passati di mano oltre 16 milioni di pezzi, contro
una media dell'intera seduta di circa 18,9 milioni.
    ** Il diritto di recesso, scrive Icbpi in una nota, "è stato
fissato ad un valore dell'11% inferiore rispetto ai prezzi di
chiusura di ieri di Egp. E il tetto massimo dell'eventuale
esborso per il recesso è molto inferiore (intorno al 10%)
rispetto al potenziale massimo (2,8 miliardi di euro). Con un
aumento di capitale massimo di Enel di 770,589 milioni di
azioni, l'effetto diluitivo sull'eps è contenuto al 3% circa
rispetto alle precedenti ipotesi di circa il 2%".
    ** Il mercato, dicono i trader, è focalizzato soprattutto
sul piano industriale di Enel, mentre Egp si muove in scia.
    ** Commentando il piano, una banca d'affari italiana
sottolinea che le previsioni su dividendi, payout e utile sono
identiche alla versione precedente, mentre le stime su Ebitda e
rapporto fra flussi di cassa operativi e indebitamento sono
inferiori.
    ** L'analista di una banca d'affari estera parla di "ribasso
limitato della guidance sull'Ebitda 2017" e "aumento dei
risparmi sui costi".
    ** Un broker italiano non vede "grandi differenze (nel
piano) rispetto alle attese".
    ** Altri analisti ritengono sostanzialmente deludente il
piano in quanto privo di sorprese.
    
    
Sul sito  www.reuters.it  altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia