Vivendi, strategia su Telecom Italia non è cambiata - de Puyfontaine

lunedì 16 novembre 2015 15:07
 

ROMA, 16 novembre (Reuters) - Arnaud de Puyfontaine, amministratore delegato di Vivendi, ha detto che la posizione del gruppo francese su Telecom Italia, di cui è il primo azionista con il 20,03% del capitale ordinario, non è cambiata.

"La nostra posizione è sempre la stessa, non è cambiata. Non ho nulla da aggiungere", ha detto l'AD, in merito alle strategie per la società italiana, dopo l'incontro tenuto in Consob.

Né il francese, né la Consob hanno detto nulla sui contenuti dell'incontro, durato questa mattina circa un'ora e mezza.

Vivendi ha detto in diverse occasioni di essere un investitore di lungo periodo nel gruppo italiano, che intende valorizzare. Il gruppo ieri ha chiesto che all'ordine del giorno della prossima assemblea di Telecom sia inserita la nomina di nuovi 4 quattro membri del cda in sua rappresentanza, portando il totale a 17 da 13. Il socio francese propone la nomina di de Puyfontaine, Stephane Roussel, Hervé Philippe e Felicité Herzog.

A fine ottobre, quando l'imprenditore francese Xavier Niel ha annunciato di avere opzioni su una quota consistente del gruppo italiano, alcune fonti hanno detto a Reuters che la Consob avrebbe avviato gli accertamenti di rito, inclusa la verifica di un'eventuale azione di concerto fra Vivendi e Niel.

Il 3 novembre scorso Niel, che ha opzioni per acquistare il 15,1% del capitale ordinario di Telecom, si è recato nella sede della Consob di Roma, senza rilasciare dichiarazioni all'uscita.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia