Mps, Norges e Btg Pactual sono scesi sotto il 2%

venerdì 13 novembre 2015 13:09
 

ROMA, 13 novembre (Reuters) - Btg Pactual ha riportato qualche giorno fa all'1,9% la sua partecipazione in Banca Mps che aveva incrementato fino al 3,13% alla fine di giugno scorso, sfruttando allora "l'interessante opportunità di trading" offerta durante la fase dell'aumento di capitale.

Ora, la società rappresentata nel board della banca senese dal vice presidente Roberto Isolani, che in quel caso definì la partecipazione "un ottimo investimento", ha limato secondo le note Consob sulle partecipazioni rilevanti, la quota all'1,916, con una operazione del 5 novembre, resa nota l'11 novembre.

Nella stessa occasione anche Norges Bank ha detto di aver limato la partecipazione all'1,854% dal 2,310% che aveva fino al 2 novembre.

La banca senese ha diffuso i dati della terza trimestrale venerdì 6 novembre, riportando una perdita nel trimestre di 109 milioni che è stata inferiore al consensus stimato da Reuters di 126 milioni. Nei primi nove mesi la banca ha registrato un utile pari a 84,7 milioni.

Oltre ai due azionisti scesi ora sotto il 2%, la compagine dei soci rilevanti della banca senese mostra, secondo i dati Consob, Fintech al 4,5%, Axa al 3,1%, il ministero dell'Economia al 4,02% e People bank of China al 2%.

Fondazione Mps, un tempo azionista di controllo assoluto del Monte, ha una quota dell'1,49%, mentre Alessandro Falciai è accreditato di un 1,9%.

Nell'ultima assemblea di metà settembre che ha eletto Massimo Tononi alla presidenza, l'AD Fabrizio Viola ha detto che il peso dei piccoli azionisti è attorno al 32%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...