A2A interessata a discutere con Acsm-Agam modello acquisizione Linea group -Valotti

giovedì 12 novembre 2015 17:45
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Dopo la presentazione dell'offerta vincolante per rilevare il 51% di Linea Group holding, A2A punta anche alla più piccola utility di Como e Monza Acsm-Agam, di cui controlla il 21% del capitale.

A dirlo è il presidehnte della superutility lombarda, Giovanni Valotti, parlando con la stampa sui conti dei primi nove mesi.

"Il modello che abbiamo proposto a Lgh è un modello che è a disposizione di tutte le aziende che ne condividono i presupposti industrali: la multitutility dei territori che riconosce l'autonomia delle aziende esistenti e le fa crescere sui territori", ha detto Valotti.

"Se Como e Monza riterranno questo modello interessante, siamo interessati a discuterne anche con loro. A2A è già presente in Acsm-Agam con oltre il 20% ed esprimiamo anche la figura dell'AD" ha aggiunto.

Tornando poi sulla proposta fatta ai comuni azionisti di Linea - Cremona, Crema, Lodi, Pavia e Rovato - Valotti ha sottolineato che A2A "ha presentato l'offerta vincolante lunedì scorso ai soci di Lgh che si sono impegnati a definire la loro posizione entro il 21 dicembre per capire se l'operazione si chiude o meno. Non siamo sicuri che l'operazione si faccia. Adesso la palla è nel loro campo. Noi la riteniamo una buona offerta".

Il manager non si è dilungato sui dettagli dell'offerta - secondo alcune fonti valorizza la società intorno ai 250 milioni e prevede una governance di 13 consiglieri, sette in capo ad A2A e sei in capo a Lgh -, ma ha però precisato che i costi non "aumenteranno perché il budget per il Cda sarà una delle cose da discutere e anche se il numero dei consiglieri aumenta (rispetto a quello attuale, ndr.), verrà ridotto il costo di ciascun consigliere".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia