BORSA MILANO estende calo oltre 2% dopo sussidi Usa, tonfo Exor, Unicredit

giovedì 12 novembre 2015 16:08
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Piazza Affari ha esteso il calo della mattinata, al pari degli altri mercati europei, dopo la diffusione del dato sulle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Usa, peggiori delle attese.

Il dato ha portato a un avvio negativo di Wall Street, unitamente alle dichiarazioni del presidente della Fed di Saint Louis, James Bullard, uno dei falchi della banca centrale statunitense propenso al rialzo dei tassi, che ha dichiarato che Stati Uniti e gli altri paesi industrializzati potrebbero entrare in una fase permanente di tassi e inflazione bassi che richiederà un ripensamento della politica monetaria.

Poco dopo le 16 l'indice FTSE Mib cede il 2,28%, l'Allshare il 2,15%. In linea Londra, Francoforte e Parigi. Volumi poco sopra 2,4 miliardi di euro.

Tra i titoli più penalizzati EXOR cede il 7,40% dopo il collocamento di 12 milioni di azioni proprie, pari al 4,87% del capitale.

UNICREDIT peggiora e cede il 6,26% dopo il nuovo piano strategico e i conti del trimestre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia