Saipem, no obbligo Opa per acquisto da parte Fsi e patto con Eni-Consob

mercoledì 11 novembre 2015 19:14
 

ROMA, 11 novembre (Reuters) - Il contratto preliminare di compravendita con il quale Eni si è impegnata a vendere a Fsi il 12,5% di Saipem e il patto sottoscritto non comportano l'obbligo di Opa perché avvenuti tra "soggetti legati da rilevanti rapporti di partecipazione".

E' quanto si legge in una delibera emessa dalla Consob oggi.

"L'acquisto da parte di Fsi di una partecipazione in Saipem da Eni e la sottoscrizione da parte di Eni e Fsi di un patto parasociale, tale da determinare, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli articoli 106 e 109 del Tuf, il superamento delle soglie di cui all'articolo 106 del medesimo Testo unico da parte di Eni e Fsi in concerto fra loro, non comporta un obbligo di offerta pubblica di acquisto, ai sensi delle citate norme legislative, in capo a Eni e Fsi; l'operazione è, infatti, riconducibile all'ipotesi di esenzione per 'trasferimento  tra soggetti legati da rilevanti rapporti di partecipazione'", si legge nella parte finale della delibera.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia