BREAKINGVIEWS - La nuova Vivendi appare confusa

mercoledì 11 novembre 2015 17:24
 

(L'autore è un columnist Breakingviews, le opinioni espresse sono personali)

di Fiona e Maharg-Bravo

MADRID, 11 novembre (Reuters Breakingviews) - Gli investitori di Vivendi aspettano di capire quale sia la strategia del gruppo.

Nel tentativo di trasfomare la sua natura di conglomerata focalizzandosi su musica, contenuti e pay Tv, Vivendi ha ceduto dal 2013 asset per circa 35 miliardi di euro, secondo le stime di Bernstein. Le prospettive per le attività che le rimangono sono però incerte. La crescita dello streaming musicale e dei servizi di abbonamento registrata nel terzo trimestre non è bastata a nascondere il calo dei download digitali e delle vendite fisiche. La colpa va in parte al lancio del nuovo servizio streaming di Apple, che si può provare gratuitamente. L'Ebitda è sceso del 27% nel trimestre.

La pay Tv del gruppo, Canal Plus, ha invece una forte posizione in Francia e un business in crescita all'estero. I ricavi trimestrali però sono leggermente diminuiti e gli abbonati in Francia sono in calo. Vivendi ha detto che spingere musica e Tv richiederà pesanti investimenti nei prossimi due anni, oltre che un rigoroso controllo dei costi. Non è chiaro cosa esattamente questo comporti, quali siano i costi né quale sia l'impegno su un programma di buyback.

Poi c'è l'ultimo giro di acquisti quasi compulsivi, che sembra contrastare con la nuova strategia di uscire dalle tlc e dai giochi. Vivendi ha accumulato una partecipazione del 20% di Telecom Italia dicendo di voler restare un socio di lungo termine. Non è ovvio perché Vivendi abbia bisogno di detenere una partecipazione in una compagnia telefonica per distribuire i suoi conentuti.

Vivendi è anche entrata nel capitale delle società di giochi Ubisoft e Gameloft e non ha escluso di rilevarne in futuro il controllo, scatenando una reazione difensiva degli azionisti di riferimento. Il settore può essere un investimento attraente, ma stona con il fatto che sia in precedenza uscita da questo settore.

Forse Vivendi ha in mente un grande progetto, ma se così fosse è tutt'altro che ovvio e il ritorno appare incerto.

Il titolo è in forte calo oggi dopo aver pubblicato i conti ieri sera. A pesare, forse, è quella che sembra una strada lunga e complicata verso una nuova Vivendi.   Continua...