Carige, su M&A al momento non ci sono trattative, banca può interessare

mercoledì 11 novembre 2015 11:09
 

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Banca Carige non ha al momento trattative in corso con un'altra banca per un eventuale progetto di integrazione ma possiede caratteristiche che possono rendere l'istituto appetibile nell'atteso processo di consolidamento del settore.

Lo ha detto l'AD Piero Luigi Montani nel corso della conference call con gli analisti sui risultati del terzo trimestre.

"Adesso non abbiamo intavolato discorsi con nessuno", ha detto Montani in merito all'M&A, e ricordando che la banca al momento si è limitata a nominare un advisor per studiare le strategie nel nuovo contesto di mercato.

All'analista che gli chiedeva quali fossero le caratteristiche che l'istituto potrà mettere sul piatto per rendere la banca appetibile in un processo di M&A, l'AD ha elencato le dimensioni "non ingombranti", la pulizia di bilanci effettuata, la presenza geografica in una regione interessante e la struttura dell'azionariato.

"Carige porta sicuramente un carico importante di sofferenze ma in un ambito di sistema sono molto marginali", spiega Montani sottolineando che sulla componente sofferenze la banca sta lavorando "pesantemente".

Inoltre "credo che i dati che rappresentiamo siano molto puliti, con programmi di lavoro avviati che potranno portare in proiezione dei benefici", aggiunge.

Un'altra caratteristica importante riguarda l'esistenza di una "componente azionaria di primissimo livello che mi pare altre banche non hanno".

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia