PUNTO 1-Ubi, esercitato diritto recesso per Spa per 258 mln euro

mercoledì 11 novembre 2015 12:44
 

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Il diritto di recesso degli azionisti di Ubi Banca che non hanno concorso all'approvazione della trasformazione in Spa è stato esercitato da 1.103 azionisti per un corrispettivo di 258,064 milioni di euro al valore di liquidazione di 7,288 euro per azione.

Lo si legge in una nota dell'istituto, in cui si specifica che le azioni oggetto del recesso rappresentano il 3,927% circa del capitale.

Queste azioni saranno offerte in opzione al prezzo di 7,288 euro per azione nel rapporto di 1 azione ogni 24,4259 diritti posseduti.

Il periodo di offerta inizierà il 12 novembre e si concludera il 12 gennaio.

La legge di riforma delle popolari consente alle banche di limitare o rinviare il rimborso delle azioni in caso di recesso in seguito alla trasformazione in Spa con lo scopo di proteggere il patrimonio primario.

All'inizio dello scorso settembre il Cds di Ubi ha stabilito i criteri per calcolare l'importo destinabile al rimborso fissando all'11,74% di CET 1 a regime la soglia sotto la quale la banca non intende scendere per effetto del riacquisto delle azioni oggetto di recesso che potebbero rimanere dopo l'offerta in opzione e il collocamento in borsa.

La soglia di capitale è stata determinata in base ad un esame degli indicatori patrimoniali della banca e ad un raffronto con il livello di patrimonializzione medio delle banche sottoposte alla vigilanza della Bce.

In base a calcoli effettuati a inizio settembre l'esborso massimo stimato era pari a 350 milioni. L'importo finale destinabile al rimborso sarà tuttavia calcolato una volta concluso l'iter del recesso facendo riferimento all'ultimo CET1 'fully loaded' disponibile e alla decisione dello Srep delal Bce.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia