BORSA USA cala di oltre l'1% su timori aumento tassi, dati deboli Cina

lunedì 9 novembre 2015 19:52
 

9 novembre (Reuters) - Wall Street perde più dell'1%, il
maggiore ribasso da sei settimane, sui timori per un aumento dei
tassi e dopo i dati macro deboli dalla Cina.
    L'export cinese di ottobre (-6,9%) ha segnato il quarto calo
consecutivo, mentre l'import è sceso del 18,8%.
    Venerdì il mercato ha chiuso poco mosso dopo i dati
sull'occupazione forti che, secondo gli investitori, potrebbero
spingere la Fed ad aumentare i tassi. 
    I trader danno una probabilità del 70% a un aumento dei
tassi Usa a dicembre, secondo FedWatch.
    L'azionario Usa per settimane ha ignorato i rischi
sull'economia globale, sostenuto da risultati societari migliori
delle attese e da segnali di rafforzamento sul fronte interno.
    "Abbiamo appena avuto una fase di rialzo e direi che siamo
apposto, per almeno un paio di settimane", dice Gary Kaltbaum,
di Kaltbaum & Associates a Orlando, Florida.
    Intorno alle 19,50 italiane il Dow Jones perde
l'1,16%, l'indice S&P 500 l'1,19%, il Nasdaq Composite
 l'1,22%.
    Priceline è tra i peggiori del listino dopo i
risultati deboli. In calo anche la concorrente Expedia.
    Il prezzo del greggio che passa in negativo dopo una seduta
europea forte, spinge in calo il settore energia.
        
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
    Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia