Mps, concentrati su calo sofferenze, non pensiamo a dividendo -AD

venerdì 6 novembre 2015 19:50
 

ROMA, 6 novembre (Reuters) - Banca Mps, che ha chiuso i primi nove mesi con un utile di 84,7 milioni, non vede a breve la possibilità di distribuire dividendi ma ha prima l'obiettivo di ridurre i crediti deteriorati.

Lo ha detto l'AD Fabrizio Viola rispondendo a un analista nel corso della conference call dopo la terza trimestrale.

"Il dividendo non è nei miei radar", ha detto Viola ricordando che alla banca non è consentito, secondo le indicazioni della Bce, di distribuire dividendi nell'arco del piano al 2018, a meno di dispense da parte della vigilanza di Francoforte.

"Potremmo farlo solo se Bce ce lo permettesse e al momento non ce lo permette", ha detto Viola, aggiungendo che comunque la banca è concentrata "nel risolvere il problema delle sofferenze".

Nei primi nove mesi, la Banca ha sofferenze nette a 9,47 miliardi (26,3 lorde) su un totale di crediti deteriorati di 24,38 miliardi netti (in crescita del 13,7% su anno e del 5,4% su trimestre e che al lordo delle rettifiche ammontano a 47,47 miliardi).

Il piano prevede una cessione di deteriorati per 5,5 miliardi e la banca ha detto che punta ad alzare questo target. Nel 2015, ha già ceduto crediti problematici per un miliardo e si aspetta una cessione per 1,1 miliardi entro il quarto trimestre.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia