BORSE EUROPA deboli, pesa calo settore lusso

venerdì 6 novembre 2015 10:59
 

LONDRA, 6 novembre(Reuters) - 
 INDICI                       ORE 10,45   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3437,33     -0,29    3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1489,93     -0,34    1368,52
 STOXX BANCHE                 192,2       0,6      188,77
 STOXX OIL&GAS                290,63      0,03     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          283,03      -0,58    250,55
 STOXX AUTO                   545,51      0,2      501,31
 STOXX TLC                    358,27      -0,53    320,05
 STOXX TECH                   354,59      -0,31    312,18
 
    Le borse europee sono in calo questa mattina, con il
comparto del lusso particolarmente debole dopo il warning
lanciato da Richemont.
    Alle 10,45 italiane il paneuropeo FTSEurofirst 300 
perde lo 0,34% mentre le blue chip dell'Euro STOXX 50 
 lo 0,29.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE
100 è piatto, il Dax tedesco cede lo 0,19%,
mentre il francese CAC 40 perde lo 0,63.
    Il FTSEurofirst e il DAX sono in rialzo di circa il 10% da
inizio anno anche se sono entrambi sotto i massimi, frenati dai
segni di rallentamento dell'economia cinese nel terzo trimestre.
    Richemont, proprietario del marchio Cartier, perde il 7%
dopo aver avvertito di temere un secondo semestre fiacco dopo un
primo sotto le attese. Giù anche Swatch
 (-5%) e LVMH (-3,3). 
    Secondo dati Thomson Reuters StarMine, il 52% delle società
europee dello STOXX 600 index ha superato o centrato le
attese di mercato per il terzo trimestre finora.
    "I risultati sono stati molto misti finora e al momento i
mercati europei sono piuttosto deboli... sarei incline a vendere
su qualunque rally", commenta Richard Griffiths di Berkeley
Futures.
    Gli occhi degli investitori sono rivolti oggi anche ai dati
sull'occupazione Usa attesi nel primo pomeriggio, in particolare
per indicazioni sulla possibilità di un rialzo dei tassi
statunitensi il mese prossimo.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia