A2A, entro lunedì offerta vincolante su 51% Lgh, volontà di chiudere - fonte

mercoledì 4 novembre 2015 17:08
 

MILANO, 4 novembre (Reuters) - E' attesa fra venerdì e lunedì l'offerta vincolante di A2A sul 51% del capitale di Linea Group holding, la multiutility di Cremona, Crema, Rovato, Lodi e Pavia. Inzierà quindi la fase di negoziazione vera e propria, con l'obiettivo di chiudere entro fine anno con una valorizzazione del gruppo attorno a 250 milioni di euro.

E' quanto riferisce a Reuters una fonte politica a conoscenza del dossier. "Rispetto alla scadenza di venerdì prossimo [dopodomani, n.d.r.] l'offerta potrebbe slittare a lunedì 9 per dare più tempo alle parti di trovare un'intesa. C'è la volontà di chiudere", dice la fonte.

L'offerta di A2A sul 51% di Lgh sarà mista in contanti e azioni. Sul valore da assegnare a Linea Group le posizioni si stanno avvicinando "e un buon punto di caduta potrebbe essere intorno a 250 milioni di euro", aggiunge.

Quanto alla governance, al centro della discussione la composizione del Cda che dovrebbe essere composto da 11 membri, sei di scelta A2A e cinque Linea Group, garantendo in questo modo la rappresentanza dei territori. E' in fase di negoziazione anche a chi spetterà la scelta del presidente e dell'AD.

Non sembrerebbero infine esserci problemi da parte di Cogeme, uno dei principali soci della holding che fa riferimento al comune di Rovato, l'unico a guida centrodestra mentre tutti gli altri sono di centrosinistra. "Sembra prevalere la volontà di chiudere", per la fonte.

Mediobanca è adviser per Lgh e Banca Imi per A2A.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia