BORSA USA positiva dopo dati manifattura migliori di attese

lunedì 2 novembre 2015 19:05
 

2 novembre (Reuters) - La borsa Usa si muove in territorio positivo dopo le indagini Pmi che hanno evidenziato a livello globale un'attività manifatturiera in rallentamento ma in via di stabilizzazione.

Negli Stati Uniti l'indice Ism di ottobre è scivolato a 50,1 ma è risultato comunque superiore alle attese che convergevano su 50,0.

In Cina i dati manifatturieri ufficiali di ieri hanno mostrato un'inattesa contrazione ma dall'indagine privata pubblicata oggi è emerso un rallentamento della flessione. Per quanto riguarda l'Europa in evidenza soprattutto il Pmi tedesco che ha rivelato ancora espansione, benché a un ritmo più lento.

"L'economia globale è sulla strada della crescita", commenta Ed Hyland di J.P. Morgan Private Bank, aggiungendo che i timori di recessione, soprattutto nei mercati sviluppati, stanno scemando.

Intorno alle 18,50 italiane il Dow Jones guadagna lo 0,55%, l'S&P 500 lo 0,74% e il Nasdaq l'1%.

Tra i vari settori si distingue il progresso dell'1,8% del comparto 'health care', in cui Pfizer balza del 3,6%.

Tra gli altri titoli Visa cede oltre il 3% dopo l'offerta per rilevare Visa Europe per una cifra fino a 23,34 miliardi di dollari. Visa ha anche annunciato un utile trimestrale inferiore alle attese.

Hewlett-Packard ha debuttato dopo lo split: HP sale del 12,6% mentre Hewlett Packard Enterprise perde lo 0,5%.

Dyax mette a segno un balzo del 29% dopo l'annuncio che sarà rilevata dal gruppo farmaceutico britannico Shire per circa 5,9 miliardi di dollari.   Continua...