BORSA MILANO ritrova segno positivo dopo falsa partenza, balzo Snam, Terna

lunedì 2 novembre 2015 12:36
 

MILANO, 2 novembre (Reuters) - Dopo una falsa partenza Piazza Affari chiude la prima parte della seduta con il segno positivo e spunti selettivi in acquisto al pari delle altre borse europee.

In mattinata era stato il dato sul Pmi cinese, per l'ottavo mese consecutivo in contrazione, a deprimere le borse. Tuttavia il mercato ha poi ragionato sul lato positivo del dato, ai massimi dallo scorso giugno.

"E' come se si cercassero pretesti per creare apprensione. C'è un po' di scetticismo su quanto questo rimbalzo possa durare ma il mercato non molla", spiega un trader.

Alle 12,15 l'indice FTSE Mib guadagna lo 0,40%, l'Allshare lo 0,45%. Tranne Londra che paga la debolezza di Hsbc dopo i conti trimestrali, sono in linea le altre borse europee come Francoforte e Parigi. Volumi per 1,06 miliardi di euro.

SNAM e TERNA sotto i riflettori dopo il secondo documento di consultazione sulla schema di remunerazione delle attività regolamentate diffuso dall'authority del gas e dell'energia. Gli analisti vedono ora più chiarezza nelle regole e ritengono che la politica di dividendi delle due società non sia a rischio. Per entrambe volumi ben sopra la media.

Debole ENI come il settore e dopo un 'underweight' da parte di Morgan Stanley, mentre SAIPEM sconta le attese per i termini dell'aumento di capitale.

Tra bancari misti, BANCO POPOLARE cede oltre 4% dopo che Exane ha tagliato il target price del 14% a 13 euro. Volumi già pari alla media mensile sull'intera seduta. Il titolo ha un bilancio da inizio anno positivo per quasi il 30%.

Cedente LUXOTTICA dopo il taglio a 'underperform' da parte di BofA-Merrill.

Denaro su TELECOM ITALIA ma con pochi volumi: il mercato scommette su eventuali contromosse di Vivendi che, secondo indiscrezioni stampa, starebbe riflettendo sulla possibilità di salire fino a poco sotto il 25% dopo la sortita di Xavier Niel.   Continua...