BORSE ASIA-PACIFICO in calo su ipotesi rialzo tassi Fed a dicembre

giovedì 5 novembre 2015 08:44
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                        427,67    -0,55       467,23
 TOKYO                         19.116,41     1,00    17.450,77
 HONG KONG                     23.049,22    -0,02    23.605,04
 SINGAPORE                      3.029,61    -0,36     3.365,15
 TAIWAN                         8.850,18    -0,08     9.307,26
 SEUL                           2.049,41    -0,16     1.915,59
 SHANGHAI COMP                  3.524,26     1,87     3.234,68
 SYDNEY                         5.192,97    -0,94     5.411,02
 MUMBAI                        26.475,33    -0,29    27.499,42
 
    5 novembre (Reuters) - Gli indici dell'area Asia-Pacifico hanno interrotto
stamani due giorni di rialzo, dopo che la Federal Reserve statunitense ha tenuto
aperta la porta alla possibilità di un rialzo dei tassi di interesse a dicembre,
facendo salire i titoli di Stato Usa a breve ai massimi da quattro anni e mezzo
e spingendo al rialzo il dollaro.
    Un rialzo dei tassi Usa, di per sé un segnale del buono stato dell'economia
globale, ora arriverebbe nel peggior momento possibile per i Paesi asiatici
orientati all'export, alle prese con gli effetti da una parte del rallentamento
dell'economia cinese e dall'altra di un ridimensionamento del commercio globale.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,30 perde lo
0,55%. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso in rialzo dell'1%.
    Nuovi segnali del fatto che i Paesi asiatici si sentono sotto pressione
arrivano da Australia e Thailandia, dove le banche centrali hanno manifestato
cautela nelle riunioni di politica monetaria di questa settimane, mentre le
vendite retail a Hong Kong sono scese per il settimo mese consecutivo.
    Ieri la presidente della Fed Janet Yellen ha detto che gli Usa sono pronti
per un rialzo dei tassi di interesse se i prossimi dati economici lo
giustificassero. Più tardi il presidente della Fed di New York, William Dudley,
si è detto d'accordo con lei.
    Prezzi ai minimi da un mese per l'oro. In calo i prezzi del greggio dopo i
guadagni della settimana.
    In controtrend SHANGHAI, che ha esteso il rally con volumi ai
massici da fine luglio. A spingere il mercato l'ottimismo per la connessione fra
le borse di Hong Kong e Shenzhen, il progetto di approfondire la riforma
dell'industria delle telecomunicazioni, la crescita sostenibile dell'economia
cinese e il prossimo incontro tra i leader di Cina e Taiwan.
    In calo HONG KONG. Prada gudagna quasi lo 0,2%.
    Chiusura col segno meno per SYDNEY, SEUL e TAIWAN.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia