PUNTO 3-Telecom Italia, quota potenziale Niel a 15,1%, governo vigila

venerdì 30 ottobre 2015 18:24
 

(aggiunge commento governo, chiusura titolo)

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Secondo blitz in due giorni di Xavier Niel su Telecom Italia : dopo che è emersa ieri a sorpresa una sua partecipazione potenziale dell'11,209%, questa mattina Consob ha reso noto un nuovo investimento in derivati che porta il magnate francese al 15,143%, subito dietro il 20% della francese Vivendi.

Secondo alcune fonti vicine al gruppo media francese, la mossa del fondatore di Iliad ha preso in contropiede Vincent Bolloré e ora sono in esame le possibili contromisure, compresa un ulteriore incremento della partecipazione di Vivendi in Telecom.

Consob sta indagando ed è ragionevole pensare che possa chiedere a Niel quali siano le sue intenzioni. Un concerto non dichiarato farebbe scattare immediatamente l'Opa sul titolo, ma su questo analisti e operatori sono scettici.

"Niel ha investito personalmente, non tramite Iliad, e questo fa pensare che non stia pensando a un'operazione industriale cross-border", osserva un analista. "Dubito però che voglia fare da sponda occulta a Bolloré perché sarebbe un gioco pericolosissimo che finirebbe per mettere il finanziare bretone fuori dai giochi in Italia. Anche questo governo, che oggi incredibilmente non parla di un'azienda che resta strategica per il paese finita in mano a investitori esteri, dovrebbe intervenire in quel caso".

A borsa chiusa il governo, attraverso il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, ha detto in una nota di seguire attentamente la vicenda e che i cambiamenti azionari devono rispondere a criteri di rafforzamento industriale di una società strategica come Telecom Italia.

Va detto che il governo detiene il cosiddetto 'golden power' sulle aziende strategiche, ma il suo esercizio, in caso di acquirenti comunitari, è possibile solo di fronte a sviluppi che minaccino l'interesse nazionale.

Il titolo, balzato ieri di quasi il 9% sulla notizia di Niel, è salito questa mattina fino a un massimo da sette anni a 1,316 euro per poi rallentare la corsa e chiudere in rialzo dello 0,55% a 1,2690 euro.

  Continua...