PUNTO 1-Banca Generali, -43% utile trim3, raccolta vista a 4 mld a fine anno

giovedì 29 ottobre 2015 15:42
 

(Aggiunge dettagli da conference call con analisti)

MILANO, 29 ottobre (Reuters) - Banca Generali archivia un trimestre caratterizzato da grande volatilità sui mercati finanziari con una contrazione dell'utile netto del 40,8% a 26 milioni di euro, a fronte di una riduzione sia del margine di interesse a 15,4 milioni (-43%) - in assenza dei contributi dei prestiti Bce - che delle commissioni nette a 55,3 milioni (-18,6%).

Nel corso della conference call con gli analisti l'AD Piermario Motta ha anticipato che, in termini di raccolta, ottobre "è stato uno dei mesi migliori dell'anno", con afflussi per circa 400 milioni, indicando in 4 miliardi un obiettivo di raccolta "non impossibile" per fine anno rispetto alla guidance precedente per 3-3,5 miliardi.

Il mese in corso ha portato zero commissioni di performance e, alla luce delle discordanti aspettative di breve sui mercati, il manager non ha voluto sbilanciarsi in una previsione per novembre e dicembre nonostante, ci sia "del potenziale".

Per il 2016 una raccolta di 2,8-3 miliardi "potrebbe essere un obiettivo concreto" ma il target verrà ufficializzato, come di consueto, a inizio anno. L'obiettivo di reclutamento per l'anno prossimo potrebbe essere alzato a 80.

Pur non essendosi confrontato sul tema del payout con la controllante Generali, Motta ha inoltre definito "probabile" il consensus per un dividendo di 1,22 euro sull'esercizio in corso, dopo la cedola di 0,98 distribuita sul 2014.

L'AD ha anche fornito un aggiornamento sull'andamento della 'voluntary disclosure', dichiarando che la banca continua ad essere "fredda" sui risultati attesi dall'operazione.

"Ad oggi abbiamo operazioni che dovrebbero poi essere appoggiate sulla nostra banca per un controvalore di circa 70 milioni prima del pagamento delle sanzioni e operazioni ancora in corso per un importo simile", ha detto Motta precisando che si tratta di tagli "piccoli, intendendo per piccolo il milione di euro".

Per quanto riguarda l'andamento del margine di interesse, infine, le indicazioni fornite dal direttore finanziario Stefano Grassi sono state di un obiettivo di 65-67 milioni per il 2015 e intorno ai 60 milioni per il prossimo anno.   Continua...