BORSE EUROPA passano in negativo, pesano finanziari e minerari

giovedì 29 ottobre 2015 11:46
 

LONDRA, 29 ottobre (Reuters) - 
 INDICI                       ORE 11,30   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3406,1      -0,44    3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1480,74     -0,28    1368,52
 STOXX BANCHE                 192,85      -1,49    188,77
 STOXX OIL&GAS                281,72      -1,25    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          282,78      0,62     250,55
 STOXX AUTO                   544,13      0,32     501,31
 STOXX TLC                    360,42      0,52     320,05
 STOXX TECH                   345,18      1,09     312,18
 
    Dopo un avvio al rialzo, l'azionario europeo passa in
negativo nel corso della mattinata, appesantito dal calo del
comparto finanziario e di quello minerario.
    Alle 11,30 italiane il paneuropeo FTSEurofirst 300 
registra un -0,28% a quota 1480,74 dopo aver toccato un massimo
di seduta poco dopo l'apertura a 1.490,81.
    Gli indici hanno virato al ribasso dopo che i prezzi delle
materie prima questa mattina hanno esteso le perdite sul rally
del dollaro seguito alla prospettiva di un prossimo rialzo dei
tassi da parte della Fed.
   Lo STOXX Europe 600 Basic Resources, sempre alle
11,30, segna un calo di quasi il 3%, peggior comparto in Europa.
BHP Billiton, Rio Tinto e Anglo American 
cedono tra il 3 e il 6%.
   Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE
100 segna -0,84%, il Dax tedesco -0,02%, mentre
il francese CAC 40 perde lo 0,43.
   Il mercato europeo aveva inizialmente ignorato la seduta
nervosa seguita, in Asia, alle indicazioni date ieri dalla Fed
di un prossimo rialzo dei tassi. Secondo gli analisti, una
stretta monetaria Usa potrebbe essere una cattiva notizia per i
mercati asiatici ma suportare invece le compagnie europee
orientate all'export che si gioverebbero di un dollaro più
forte.
   Tra gli altri titoli in evidenza:
    Deutsche Bank perde il 6% dopo aver abbassato il
dividendo.
    Barclays lascia sul terreno il 5,5% dopo aver
annunciato un calo del 10% nei suoi profitti trimestrali.
    Saint-Gobain cede il 6%, fiaccata da risultati
deboli a causa della contrazione dell'economia francese.
    Nokia balza invece del 10% dopo una trimestrale
migliore del previsto. 
    Alcatel-Lucent guadagna il 9% nonostante le
perdite registrate nel terzo trimestre. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia