Visco: Rispetto magistratura su mio caso, nessun dubbio su Vigilanza

mercoledì 28 ottobre 2015 12:21
 

ROMA, 28 ottobre (Reuters) - Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, coinvolto in un caso giudiziario per il caso della Popolare di Spoleto, ha espresso pieno rispetto per il lavoro della magistratura ma ha anche difeso con nettezza la correttezza dell'operato della vigilanza della Banca d'Italia.

In un lungo passaggio a braccio del suo intervneto alla Giornata mondiale del risparmio, Visco si è soffermato con "poche parole specifiche sul caso che mi riguarda emerso nei giorni scorsi".

"Vi è innanzitutto un doveroso rispetto per l'azione della magistratura, un rispetto che al di là delle frasi fatte io nutro nel massimo grado. Voglio solo dire che non ho dubbi nel definire come assolutamente legittimo, corretto e accorto l'operato della vigilanza della Banca d'Italia", ha detto Visco.

"Sull'operato della Banca d'Italia, su come procede e su come agisce, mi pare che la conoscenza sia scarsa, frammentaria e spesso distorta", ha aggiunto osservando che invece Banca d'Italia, come previsto dalla legge dà conto della sua attività con la relazione "trasmessa ogni anno al Parlamento e al governo".

"Siamo aperti ai giusti approfondimenti nei luoghi a ciò deputati, senza scorciatoie mediatiche e spettacolari", ha concluso il governatore.

La procura di Spoleto ha iscritto nel registo degli indagati Visco e altri nell'ambito di un'inchiesta per truffa e corruzione, nata da un esposto di piccoli azionisti della Banca popolare di Spoleto che ritengono di aver subìto un danno dalla vendita dell'istituto al Banco Desio, senza che si sia tenuto conto di altre offerte, apparentemente secondo loro più vantaggiose. La procura ha precisato che le ipotesi di reato sono "da verificare".

(Stefano Bernabei, Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia