BORSE ASIA-PACIFICO in calo, Shanghai -1,7%, attesa per Fed

mercoledì 28 ottobre 2015 08:37
 

INDICE                        ORE  8,25    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     428,71       -0,88    467,23
 TOKYO                         18.903,02    0,67     17.450,77
 HONG KONG                     22.948,41    -0,84    23.605,04
 SINGAPORE                     3.041,90     -0,35    3.365,15
 TAIWAN                        8.665,99     -0,41    9.307,26
 SEUL                          2.042,51     -0,10    1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.375,16     -1,72    3.234,68
 SYDNEY                        5.335,22     -0,20    5.411,02
 MUMBAI                        27.108,71    -0,53    27.499,42
  28 ottobre (Reuters) - Le borse asiatiche sono in calo oggi, anche se le
perdite sono limitate dalla cautela prima che si chiuda la riunione di Federal
Reserve sulla politica monetaria.
    Secondo le previsioni la Fed non toccherà i tassi per il momento, ma non è
ancora chiaro se lo farà entro l'anno sulla base delle condizioni dell'economia
Usa e globale.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, perde intorno alle
8,30 italiane lo 0,88% a 428,71 punti. L'indice Nikkei ha invece
guadagnato lo 0,67%.
    "Nessuno si aspetta che Federal Reserve alzi i tassi oggi e non saremmo
sorpresi se evitassero di dare un chiaro segnale sull'intenzione di una stretta 
prima di fine anno", osserva Kathy Lien, strategist per BK Asset Management.
    SHANGHAI ha lasciato sul terreno l'1,7%, mentre gli investitori
continuano a essere preoccupati dei profitti bancari e prevalgono le prese di
profitto, dopo i guadagni delle ultime settimane. Sembrano invece pesare poco le
tensioni tra Pechino e Washington nel Mar Cinese meridionale. HONG KONG 
perde lo 0,9% (Prada segna -0,63%).  
    Secondo gli analisti, comunque, i mercati cinesi sono destinati a
tranquillizzarsi, anche grazie al taglio dei tassi d'interesse deciso la scorsa
settimana dalla banca centrale, il sesto dal novembre 2014.
    TAIWAN ha perso lo 0,4%, a causa soprattutto della performance
negativa dell'export elettronico, anche a riflesso delle tensioni tra Cina e
Stati Uniti.
    SEUL ha chiuso la seduta a -0,1%, con gli investitori che aspettano
il verdetto Fed, mentre SINGAPORE perde lo 0,3%.
    SYDNEY perde lo 0,2%, recuperando almeno in parte a fine seduta,
grazie all'ipotesi che il dato dell'inflazione faciliti una nuova decisione di
'quantitative easing' da parte della banca centrale.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia