UniCredit, verso sostituzione Fossati, Cataldo, possibile in settimana- fonti

lunedì 26 ottobre 2015 19:44
 

MILANO, 26 ottobre (Reuters) - Il Ceo di UniCredit Federico Ghizzoni vuole chiudere in tempi rapidi la vicenda scaturita con l'inchiesta della Procura di Firenze sulle attività del gruppo Bulgarella, che vede indagati il vice presidente Fabrizio Palenzona e i due dirigenti Massimiliano Fossati e Alessandro Cataldo, per preservare la reputazione della banca ed è quindi orientato a sostituire i due manager probabilmente già in settimana.

Lo riferiscono due fonti vicine alla situazione.

"Sono in corso valutazioni molto nette. Quasi certamente verranno sostituiti in tempi stretti. L'obiettivo è non arrivare troppo a ridosso dell'11 novembre quando verrà presentato il piano e quindi potrebbe avvenire già questa settimana", spiega una delle fonti.

Palenzona è indagato con l'accusa di reati finanziari aggravati dall'articolo 7, che riguarda il favoreggiamento alla mafia, mentre Bulgarella è accusato di reimpiego di beni e favoreggiamento a Cosa Nostra, ritenute sospette dagli investigatori. Nell'ambito della stessa inchiesta sono indagati anche Fossati, che dall'1 ottobre ha assunto la carica di chief risk officer, e Cataldo, responsabile del Corporate per l'Italia.

I nomi dei due manager sono, tra l'altro, comparsi in alcuni stralci di un'informativa dei Ros, ripresi dai quotidiani, secondo cui avrebbero preso parte a riunioni sul salvataggio del gruppo Bulgarella con Roberto Mercuri, assistente di Palenzona, e altri soggetti vicini all'imprenditore trapanese, circostanza respinta da UniCredit che ha smentito in una nota che persone estranee alla banca possano aver partecipato a riunioni del comitato crediti.

UniCredit ha inoltre sottolineato nei giorni scorsi che da un'audit interna non sono emerse anomalie nei processi, nelle delibere e nei comportamenti degli esponenti aziendali coinvolti e si è detta certa che sarà dimostrata la loro estraneità ai fatti contestati.

Non è stato possibile avere un commento diretto da Fossati e Cataldo o dal loro legale.

Una delle fonti spiega che la motivazione della sostituzione dei due manager è legata alla necessità di preservare la reputazione della banca. Allo stesso scopo Ghizzoni sta lavorando al rafforzamento dei meccanismi di governance dell'istituto.

Oggi il legale di Palenzona, Massimo Dinoia, ha dichiarato che dagli atti depositati emerge che il comitato crediti di UniCredit ha bocciato in tre distinte riunioni il piano di risanamento del gruppo Bulgarella e che Palenzona non conosce l'imprenditore trapanese né ha avuto mai contatti con lui.   Continua...