Banche, con incertezza regolamentare difficile pianificare M&A-Viola (Mps)

lunedì 26 ottobre 2015 14:33
 

MILANO, 26 ottobre (Reuters) - L'incertezza regolamentare, soprattutto sulle tematiche relative al capitale, e l'evoluzione dei modelli di business rendono il processo di consolidamento del sistema bancario italiano difficoltoso e con tempi non brevi.

Lo ha detto l'AD di Banca Mps, Fabrizio Viola, nel corso del Retail Banking Conference organizzato dal Sole 24 Ore con Accenture.

"C'è una crescente incertezza sulle tematiche regolamentari, soprattuto quelle relative al capitale e non credo che tale situazione si risolverà nel breve periodo", dice Viola.

"Finchè non ci sarà una certezza, non solo per Mps ma per tutte le banche, è difficile pianificare operazioni straordinarie", prosegue l'AD sottolineando che per quanto riguarda l'istituto senese, terza banca in Italia, si pone anche un problema dimensionale.

Inoltre, aggiunge Viola, a livello di tutto il sistema bancario europeo c'è una riflessione in corso legata a quale sarà il modello di banca del futuro e tutto questo "rende difficile una decisione nel breve".

In ogni caso, in un contesto di forte frammentazione del sistema bancario, di pressione sui margini e di aumento dei costi di compliance, un processo di aggregazione in Italia è prevedibile che avvenga nei prossimi due anni "anche se non è solamente con il consolidamento che si troveranno le soluzioni ai problemi".

Solamente in una seconda fase, aggiunge il banchiere, potrebbe arrivare un'ondata di fusioni cross-border a livello europeo "che peraltro saranno una naturale conseguenza del sistema unico di vigilanza e dell'omogeneizzazione delle regole del sistema bancario a livello europeo".

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia