Eni, fiducioso accordo a breve con Iran su crediti - Descalzi

giovedì 22 ottobre 2015 16:13
 

ROMA, 22 ottobre (Reuters) - L'AD di Eni conta di chiudere nelle prossime settimane la trattativa in corso da otto anni con il governo iraniano per rientrare di circa 800 milioni di euro di crediti vantati dal gruppo per gli investimenti fatti nel Paese.

Lo ha detto Claudio Descalzi nel corso di un'intervista realizzata nell'ambito del "Festival della diplomazia".

"Sono otto anni che andiamo avanti ma siamo agli sgoccioli. Nelle prossime settimane dovremmo chiudere, magari non al livello sperato ma sono fiducioso", ha detto il manager rispondendo a una domanda dall'intervistatore.

L'Iran ha sempre imposto alle compagnie straniere di assumersi gli oneri per la realizzazione degli impianti di sfruttamento dei pozzi di ideocarburi.

Durante il periodo dell'embargo, Eni ha ottenuto pagamenti parziali in natura.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia