Saras, Rosneft mantiene il 12% e lavora a migliorare efficienza società - Sechin

giovedì 22 ottobre 2015 11:58
 

VERONA, 22 ottobre (Reuters) - Rosneft, il gigante petrolifero russo che ha di recente venduto il 9% di Saras , intende mantenere la restante partecipazione del 12% nella societò di raffinazione controllata dalla famiglia Moratti e lavorerà per migliorare l'efficienza del gruppo.

A dirlo è il numero uno di Rosneft, Igor Sechin, a margine del IV forum euroasitico a in corso a Verona.

"Per quanto riguarda il nostro lavoro in Saras è un buon progetto. Tuttavia, come si sa, qualunque attività economica deve essere connessa all'efficienza e noi siamo grati al management della Saras per il fatto che hanno creato le condizioni per alzare il valore del titolo", ha detto il presidente e AD di Rosneft.

"La nostra soluzione di vendere il 9% ci ha dato un risultato economico molto buono. Grazie alla vendita abbiamo ottenuto una plusvalenza del 53% (rispetto al prezzo pagato). Per questo abbiamo mantenuto il 12% della società e un posto nel Cda. Lavoriamo per un ulteriore miglioramento dell'efficienza della società e continueremo a farlo".

Lunedì scorso Rosneft ha venduto il 9% della partecipazione al prezzo di 1,90 euro a fronte di un prezzo di carico dei titoli a 1,37 euro.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia