Volkswagen, dati attendibili su impatto scandalo tra 3-4 mesi-Squinzi

mercoledì 21 ottobre 2015 16:03
 

ROMA, 21 ottobre (Reuters) - L'effettivo impatto sul mercato auto dello scandalo Volkswagen si conoscerà solo tra qualche mese, secondo il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

"Lo scandalo è scoppiato il 18 settembre e solo tra 3/4 mesi avremo indicatori che ci daranno uno scenario attendibile delle ricadute. Allo stato attuale si può notare solo la marcata caduta in ottobre dell'indice che sintetizza la fiducia degli investitori tedeschi. Le indicazioni, invece, dalle imprese italiane non segnalano al momento rilevanti e anomali cambiamenti negli ordini", ha detto Squinzi in una audizione parlamentare.

Le stime sul danno "variano in un range molto ampio, al momento difficilmente stimabile," ma che sarà di almeno 20 miliardi di dollari, escluse le azioni di class action, ha aggiunto il capo degli industriali italiani.

Per quanto riguarda l'Italia, è positiva la conferma degli investimenti nei marchi italiani Ducati, Lamborghini e Italdesign che non verranno toccati dai tagli di 1 miliardo annunciati dalla casa madre.

Preoccupazione, invece, per l'indotto tenendo conto che la Germania è il primo partner commerciale della componentistica.

Metà del fatturato complessivo annuo della componentistica auto è costituito dall'export (20 miliardi di euro su 40 miliardi complessivi). Di questi, 4 miliardi derivano dall'export verso la Germania, dei quali 1,5 miliardi sono frutto delle commesse per il gruppo Volkswagen, ha ricordato Squinzi citando dati già forniti dall'Anfia.

"È evidente, quindi, che sebbene sia ancora presto per quantificare i danni per il nostro Paese, come il futuro del nostro indotto sia strettamente legato a quello della casa madre", ha concluso.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia