Pop Spoleto, indagato governatore Bankitalia Visco - avvocato piccoli azionisti

martedì 20 ottobre 2015 11:12
 

MILANO, 20 ottobre (Reuters) - La procura di Spoleto ha iscritto sul registo degli indagati il governatore di Banca d'Italia Ignazio Visco e altri nell'ambito di un'inchiesta per truffa e corruzione, nata da un esposto di piccoli azionisti della Banca popolare di Spoleto.

Lo riferisce a Reuters l'avvocato Riziero Angeletti, firmatario dell'esposto che raggruppa circa un centinaio di soci di minoranza della banca.

"Ho chiesto la certificazione ex articolo 335 del codice di procedura penale e risultano le iscrizioni (nel registro degli indagati) di Visco e altri", spiega il legale al telefono con Reuters relativamente all'inchiesta, anticipata stamani dal Fatto quotidiano.

La Banca d'Italia invece non è a conoscenza di alcuna iniziativa giudiziaria a riguardo, secondo quanto riferito stamani da una fonte dell'istituto centrale.

Al momento non è stato possibile raggiungere il procuratore capo di Spoleto per un commento.

Pop Spoleto nel 2013 è stata sottoposta a commissariamento (poi annullato a febbraio dal Consiglio di Stato )e venduta al Banco Desio lo scorso anno.

Nell'esposto, spiega l'avvocato, si contesta un "sistema di operazioni apparentemente lecite, che hanno portato allo svuotamento del patrimonio della banca, ledendo i diritti di tutti i soci, che si sono trovati dall'oggi al domani depauperati, nonostante vi fosse un'importante proposta da una terza società, migliore di quella di Banco Desio, rifiutata dai commissari".

(Ilaria Polleschi)   Continua...