BORSE ASIA-PACIFICO miste, Cina +1,5%, attesa per riunione Bce

giovedì 22 ottobre 2015 09:24
 

INDICE                        ORE  9,05    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                        426,83    -0,30       467,23
 TOKYO                         18.435,87    -0,64    17.450,77
 HONG KONG                     22.801,37    -0,82    23.605,04
 SINGAPORE                      3.038,27     0,42     3.365,15
 TAIWAN                         8.608,46    -0,01     9.307,26
 SEUL                           2.023,00    -0,98     1.915,59
 SHANGHAI COMP                  3.369,58     1,47     3.234,68
 SYDNEY                         5.263,80     0,30     5.411,02
 MUMBAI                            -           -     27.499,42
 
    22 ottobre (Reuters) - Gli indici dell'area Asia-Pacifico sono misti oggi,
dopo che ieri un forte calo dell'azionario cinese ha riacceso i timori per lo
stato della seconda economia mondiale e mentre gli investitori aspettano di
capire quali siano i piani della Bce su eventuali nuove misure di stimolo.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 9,15 perde lo
0,30%. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso in calo dello 0,64%.
    Stabili euro e dollaro.
    "Gli investitori restano cauti sull'outlook cinese nonostante il
miglioramento di un ridotto numero di indicatori", commenta Angus Gluskie,
managing director di White Funds Management a Sydney.
    L'azionario cinese ha lasciato sul terreno il 3% ieri, la giornata con la
peggiore performance da cinque settimane dopo un mese relativamente calmo.
    Sulla scia dei nuovi segnali di debolezza del mercato cinese, le valute dei
mercati emergenti - dal ringgit malese al peso cileno - ritracciano dai recenti
aumenti.
    Dalla riunione odierna della Bce ci si aspetta che Mario Draghi lasci aperta
la porta a ulteriori misure di stimolo a fronte dei rischi di deflazione, ma
senza annunciare azioni concrete oggi.
    Alla riunione della Bce seguiranno la prossima settimana le riunioni delle
banche centrali di Usa e Giappone, e una quattro-giorni della leadership del
Partito comunista cinese.
    "Credo che il rimbalzo nei mercati si stia esaurendo. Da adesso i mercati
guarderanno agli eventi di fine mese e agli utili societari", ha detto Hirokazu
Kabeya, chief global strategist di Daiwa Securities.    
    Rimbalzo per SHANGHAI, guidato dalle small cap. 
    In calo invece HONG KONG. Prada lascia sul terreno l'1,5%
circa.
    Chiusura in calo per SEUL, piatta a fine seduta TAIWAN.
    SYDNEY ha chiuso invece in leggero rialzo. Santos è balzata
del 16,18%: il gruppo energetico australiano oggi ha respinto un'offerta da
circa 5,1 miliardi di dollari presentata da un fondo sostenuto dalle famiglie
regnanti del Brunei e degli Emirati. 
    MUMBAI oggi è chiusa per festività.    
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia