19 ottobre 2015 / 06:49 / tra 2 anni

BORSE ASIA-PACIFICO poco mosse su dati Pil Cina

INDICE                        ORE  8,35    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     430,06       0,03     467,23
 TOKYO                         18.131,23    -0,88    17.450,77
 HONG KONG                     22.949,11    -0,51    23.605,04
 SINGAPORE                     3.021,01     -0,32    3.365,15
 TAIWAN                        8.631,50     0,31     9.307,26
 SEUL                          2.030,27     0,00     1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.374,52     -0,50    3.234,68
 SYDNEY                        5.269,70     0,03     5.411,02
 MUMBAI                        27.282,88    0,25     27.499,42
 
    19 ottobre (Reuters) - Gli indici dell'area Asia-Pacifico oggi sono piatti
ma con un sottofondo negativo a causa delle preoccupazioni per l'andamento del
Pil cinese, che nel terzo trimestre ha fatto registrare una crescita inferiore
al 7% stimato dal governo. 
   L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,35 è piatto a 
+0,02%. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso in calo dell'0,88%.
    A SHANGHAI, dopo aver aperto in moderato aumento, i mercati cinesi
sono passati in territorio negativo. Secondo gli analisti, comunque, i mercati
avevano già dato per acquisito il rallentamento del Pil, visto che le attese
erano per un risultato ancora più basso, pari a 6,8%. Le azioni dei settori
delle infrastrutture e dei trasporti sono rimasti
stabili in attesa di annunci su un aumento degli investimenti pubblici. Il
comparto start-up ChiNext ha corretto a causa delle prese di
profitto degli investitori.
    A HONG KONG, la borsa è stata mossa in corso di seduta dai titoli
dell'energia e delle telecomunicazioni, che hanno compensato
le perdite di costruzioni e servizi. Prada lascia sul terreno circa il
3%.
    Chiusura in calo per SEUL, dopo un'apertura in leggero aumento. 
    In lieve rialzo TAIWAN, dove il settore elettronico ha perso
lo 0,2%, dopo la chiusura piatta di venerdì, mentre il comparto finanziario
 ha guadagnato lo 0,5%. 
    SYDNEY ha terminato piatta con l'eccezione dei titoli di Westpack,
che sono arrivati superare il +4,5% dopo che l'istituto finanziario ha
annunciato di voler raccogliere sul mercato fino a 3,5 miliardi di dollari
canadesi per adeguarsi ai limiti di capitale più stringenti e ha aumentato i
tassi sui mutui per garantirsi migliori margini.
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below