Volkswagen, frode pesa su componentistica Italia - Bankitalia

venerdì 16 ottobre 2015 15:01
 

ROMA, 16 ottobre (Reuters) - La Banca d'Italia ribadisce che la frode perpetrata dalla casa tedesca Volkswagen ha inciso sull'andamento dei mercati borsistici e sul clima di fiducia in Germania, introducendo un nuovo elemento di incertezza per le economie europee. Per quel che riguarda l'Italia, via Nazionale rileva che la frode incide sulla componentistica per la quale nel 2014 la casa tedesca ha pesato per il 7,7% delle esportazioni.

E' quanto si legge nel Bollettino economico trimestrale della Banca d'Italia.

"Le possibili ripercussioni sono ancora di difficile quantificazione; dipenderanno dall'entità degli effetti sul settore automobilistico nel suo complesso (che ha finora contribuito in misura determinante alla ripresa ciclica), sull'industria tedesca e sull'indotto nei diversi paesi, oltre che sulle aspettative degli investitori e dei consumatori", si legge nel Bollettino.

Bankitalia aggiunge che "la Germania costituisce il mercato di destinazione di una quota compresa tra il 20 e il 25% della filiera automotive italiana. Secondo l'Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica (Anfia), nel 2014 la Volkswagen ha acquistato componenti prodotti da aziende italiane per 1,5 miliardi (pari al 7,7% del totale di esportazioni della filiera)".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...